Vantaggi

I VANTAGGI PER I SOCI DEL CONSORZIO

Attraverso il Consorzio le singole cooperative aderenti possono:

a) Essere più forti e credibili nei confronti dell’ente pubblico e nei rapporti istituzionali

b) Razionalizzare e rendere più efficiente la gestione – attraverso l’accentramento in capo al Consorzio di alcune funzioni/attività aziendali-,  potendo così concentrarsi e specializzarsi maggiormente nel proprio“core-business”.

c) Regolare la concorrenza interna alle Cooperative- evitando fenomeni degenerativi e distorsivi che possono sempre emergere anche in un contesto no-profit- e che finirebbero per danneggiare tutti. La regolazione della concorrenza viene affidata ad un soggetto “super partes” come il Consorzio che agisce sulla base di regole condivise ed accettate, ispirate dai principi e dai valori di riferimento prima richiamati.

d) Usufruire di nuovi servizi e opportunità, che la singola Cooperativa non ha interesse/convenienza ad attivare singolarmente (es. strumenti finanziari, gruppi d’acquisto, reti sovraprovinciali, progettazioni complesse, ecc.)

e) Declinare il principio della solidarietà e del reciproco aiuto tra Cooperative, attraverso lo sviluppo di  una mutualità interna “regolata” ( es: scambio e condivisione di risorse sia materiali che umane)

f) Ampliare la conoscenza: il Consorzio come catalizzatore e distributore di conoscenza, immessa dai singoli “nodi” (le Cooperative socie) ma anche attraverso la partecipazione a reti di livello sovraprovinciale (nazionali e internazionali)

g) Ampliare le opportunità progettuali e di business (partecipazione a gare, bandi, a progetti complessi), secondo una procedura flessibile e “selettiva” (posso scegliermi di volta in volta il partner e/o il progetto che mi interessa)

h) Far parte di un circuito imprenditoriale socialmente riconosciuto ed apprezzato, fortemente connotato ed identificato culturalmente e valorialmente

 

LE UTILITA’ PIU’ GENERALI E DELE SISTEMA “IMPRESA-SOCIALE”

A livello più generale, il Consorzio persegue le seguenti finalità:

a) Accrescere e valorizzare la produttività sociale, promovendo il partneriato pubblico-privato e la co-progettazione tra enti pubblici e soggetti privati

b) Accrescere- attraverso azioni di stimolo, studio e supporto concreto-   la qualità dei servizi e dei processi di inserimento lavorativo sviluppati dalle imprese sociali: sia all’esterno, sia all’interno delle imprese stesse.

c) Stimolare le cooperative al rispetto dei principi contenuti nella legge istitutiva 381/91, studiando , diffondendo e proponendo “buone prassi”che offrano punti di riferimento, stimoli  ed orientamenti positivi,  per l’azione concreta .

d) Integrare l’azione e l’attività delle cooperative di tipo A e di tipo B, per promuovere e diffondere un modello di sviluppo locale che coniughi socialità ed imprenditorialità.

e) Promuovere l’innovazione ed il cambiamento all’interno dell’impresa sociale, ovvero la capacità di rispondere ai nuovi bisogni sociali sapendo opportunamente modificare ed adattare i propri obiettivi ed i propri assetti organizzativi.